LA TERRA IN NUMERI

LA TERRA IN NUMERI

ALCUNI NUMERI PER RIFLETTERE

Nel corso della sua vita, un bambino nato in un paese industrializzato consumerà e produrrà più inquinamento di 40 bambini nati in un paese in via di sviluppo.

Metà dell’umanità vive con poco più di 2,00 € al giorno.

Il 20% della popolazione mondiale vive nei paesi ricchi e consuma il 60% dell’energia prodotta.

Budget mondiale per le spese militari: 734 miliardi di dollari

Budget mondiale per l’aiuto pubblico allo sviluppo: 58 miliardi di dollari

826 milioni di persone nel mondo sono denutrite.

Nell’ultimo secolo, la popolazione del nostro pianeta è aumentata di 3 volte, il consumo d’acqua potabile di 6 volte.

Il 40% della popolazione mondiale non ha accesso all’elettricità.

Le emissioni di CO2 prodotte dalle attività umane sono causa dell’aumento di oltre il 60% dell’effetto serra.

11 delle 15 maggiori zone di pesca nel mondo sono in via di esaurimento.

Negli ultimi 10 anni, l’aiuto pubblico allo sviluppo è diminuito del 29%.

Nei paesi industrializzati, il volume di rifiuti prodotto da ogni abitante è triplicato negli ultimi 20 anni.

Oggi in 6 settimane viene utilizzata una quantità di petrolio pari a quella che nel 1950 veniva consumata in 1 anno, metà della quale è utilizzata per i trasporti.

Più della metà delle barriere coralline del mondo è in pericolo di scomparsa.

La frequenza con cui il clima è causa di catastrofi naturali è più che raddoppiata tra gli anni ’70 e i ’90.

Nel mondo oltre 300.000 bambini, tanto maschi che femmine, sono soldati. Molti di loro non hanno ancora 10 anni.

In media, un americano consuma 600 litri di acqua al giorno, un europeo 250, un africano 30.

L’acqua insalubre causa 5 milioni di morti ogni anno.

L’industria alimentare spende 40 miliardi di dollari in un anno in pubblicità. I bambini sono le prime vittime: dal 10% al 30% dei bambini nei paesi industrializzati è sovrappeso.

500.000 bambini ogni anno nel mondo diventano ciechi a causa di carenza di vitamina A.

dal sito   www.laterravistadalcielo.it

Acerca de iram17

Il mio mondo è la vertigine e l’abisso io sono lo sguardo del feto dietro le sue palpebre sigillate io sono la luce in punto di morte io sono l’ombra che cade a mezzogiorno io sono la notte che sgombra i letti io sono il sangue sotto le scarpe del condannato io sono il primo a cadere anche se tutti sono già caduti io non sono qui io non sono mai stato qui (Denis Brandani)

Publicado el 7 enero 2010 en non toccarmi l'aura y etiquetado en , , , , , . Guarda el enlace permanente. Deja un comentario.

Responder

Por favor, inicia sesión con uno de estos métodos para publicar tu comentario:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s

A %d blogueros les gusta esto: